Sagra dei thést

La tradizionale Sagra dei Thést (Sagra dei Cesti) ha luogo il primo fine settimana del mese di settembre. Ogni anno sono migliaia le persone che si danno appuntamento in piazza per ammirare, comprare e consumare i prodotti tipici dell’artigianato locale, dal vimini al giunco, al legno, alla ceramica, al cuoio, e per rivivere i vecchi mestieri di una volta e degustare i prodotti tipici delle malghe.

La sagra coinvolge infatti tutto il centro storico e, per l’occasione, vengono aperti giardini e cortili di palazzi storici per ospitare concerti e laboratori di artigianato tradizionale. Vengono coinvolte anche tutte le associazioni di volontariato locale, le scuole ed i giovani che si rendono protagonisti attivi della festa.

La manifestazione, che quest’anno è giunta alla 343a edizione, comprenderà una serie di iniziative di carattere culturale e ricreativo: spettacoli teatrali, concerti, musica itinerante e promozione dell’artigianato tipico locale e dei prodotti agroalimentari tradizionali.

Nell’ambito della Sagra dei Thést si intende promuovere l’artigianato tradizionale locale, dal vimini al giunco, al legno, alla ceramica, invitando artigiani che, oltre ad esporre i propri prodotti, facciano mostra del proprio lavoro. La piazza, le vie e i cortili del centro storico ospiteranno quindi gli artigiani che faranno rivivere i vecchi mestieri di una volta.

Anche quest’anno verrà riproposta la Mostra Mercato del “Formai de Malga” per promuovere la conoscenza di questo prodotto tipico che merita di essere valorizzato: verrà allestita una “Via del formai de malga e dei prodotti agroalimentari tipici” con bancarelle, informazioni sulla tradizione casearia locale e sugli altri prodotti tipici della pedemontana pordenonese (salumi, pitina, miele, olio e vino) con la possibilità di assaggiarli.

Verranno realizzati diversi “percorsi” che guideranno i visitatori alla scoperta dei vari elementi della manifestazione:

  • la piazza: cesti e artigianato in vimini e giunco;
  • le ville: proposte musicali di vario genere (concerti di musica classica, lirica, jazz) ospitati in ville, palazzi e rispettivi giardini del centro storico;
  • il cortivon: spettacoli di cinema, teatro e musica popolare;
  • la via del Formai de malga e dei prodotti agroalimentari tipici della pedemontana pordenonese;
  • lo spazio dei mestieri e delle tradizioni popolari;
  • la via dell’artigianato artistico;
  • un cesto di giochi – animazione e/o giochi per bambini;
  • visite guidate lungo i mulini e i luoghi più caratteristici di Polcenigo (opere di Land Art presso il sito palafitticolo di Palù di Livenza, grazie ad Humus Park 2016; Chiese del territorio; Parco di San Floriano; Sorgenti Gorgazzo; Località Santissima).

L’iniziativa punta innanzitutto a valorizzare l’arte millenaria della cesteria, iniziata già a partire dal 1400 e patrimonio di molti artigiani e contadini che, nei tempi di pausa dal lavoro, si dedicavano alla paziente costruzione dei cesti. La manifestazione, proprio per la sua particolarità, richiama migliaia di persone provenienti da tutto il Triveneto per l’unico mercato specializzato del genere in Friuli Venezia Giulia. Da un punto di vista artistico-culturale, la manifestazione, grazie alle variegate proposte musicali e agli spettacoli, mira ad avvicinare i visitatori al mondo della musica, del teatro e della lettura.
Anche lo spazio dedicato ai mestieri e alle tradizioni popolari è finalizzato alla rivisitazione di aspetti propri della vita passata ma che devono essere conservati nella memoria proprio perché facenti parte di un patrimonio culturale che altrimenti andrebbe perduto.

Altro obiettivo è quello di valorizzare i prodotti locali e regionali, con lo scopo di immetterli sul mercato e di farli conoscere ed assaggiare.

Infine, l’organizzazione di visite guidate turistiche sul territorio permette anche ai turisti provenienti da zone più lontane di sperimentare le bellezze naturalistiche e artistiche che Polcenigo può offrire, quali il borgo storico, il Parco di San Floriano, le località Santissima e Gorgazzo e il sito palafitticolo di Palù di Livenza, patrimonio dell’UNESCO dal 2011.

in
INFO e MAPPA

Comune di Polcenigo
Piazza Plebiscito, 1
33070 Polcenigo (PN)
Tel. 0434.74001
e-mail: cultura@com-polcenigo.regione.fvg.it
Sito: www.comune.polcenigo.pn.it

Pro Loco Polcenigo
Piazza Plebiscito, 3
33070 Polcenigo (PN)
Cell. 328.7560465
e-mail: info@prolocopolcenigo.com
Sito: www.prolocopolcenigo.com