Il Centro Storico

Un decreto emesso dai Signori of Polcenigo nell’anno 1200, incentivava la costruzione di nuove case nel borgo, allo scopo di attirare nuovi residenti nel centro del paese. Da quel momento storico Polcenigo iniziò a prendere forma e a espandersi ai piedi del Castello. Commercianti, artigiani,

Santissima e “olle” di risorgiva

La sorgente della Livenza alla Santissima è alimentata dalle acque che fuoriescono dalla roccia calcarea delle Prealpi Carniche. La quantità d’acqua è tale che il fiume diventa navigabile a pochi metri dalla fonte. Secondo la leggenda, per ricordare l’apparizione della Santissima Trinità all’Imperatore Teodosio (473)

Palù di Livenza

Sin dai tempi preistorici le preziose risorse naturali di Polcenigo hanno rappresentato un bene prezioso per il territorio, rendendolo adatto all’insediamento. Il Palù, vasta area paludosa ai piedi delle montagne, è un luogo di notevole interesse archeologico. L’area, che è stata in parte bonificata, in

Il Parco di San Floriano

Il parco sulla collina di San Floriano è uno straordinario esempio di recupero ambientale e l’unico parco rurale esistente in Italia. Di proprietà della Fondazione Ing. Luigi Bazzi e madre Ida, è stato aperto nel 1980 e riconosciuto come parco rurale nel 1991. Dal 1998

Alpeggio

Malghe e alpeggio Gran parte delle le malghe che un tempo costituivano una risorsa fondamentale per l’economia del paese sono state recentemente ampliate e ristrutturate. Hanno locali per la vendita dei prodotti e per la ristorazione e sono in grado di rispondere alle richieste di

Borc

Palazzi e dintorni Passeggiando lungo le vie del borgo è possibile apprezzare la maestosità di alcuni palazzi di notevole valore storico e architettonico come Palazzo Scolari-Salice (XVI secolo), Palazzo Fullini-Zaia (seconda metà del XVII secolo), Palazzo Manin-Zaro (XVI – XVII secolo) Palazzo Polcenigo (XVI secolo)

Villa – Castello

Il complesso di edifici fortificati che si ergeva sulla collina durante il medioevo fu identificato per la prima volta come castello nel 963 d.C., in un documento con il quale l’imperatore Ottone I donava all’arcivescovo di Belluno terre vicine appunto al castello di Polcenigo. In

Il Gorgazzo

Molteplici sono le ragioni che rendono la sorgente del Gorgazzo un posto incantevole: il colore delle sue acque è sicuramente il più rilevante. Sfumature di verde smeraldo e turchese, unite ai riflessi del sole creano un gioco cromatico unico nel suo genere. La sorgente è